· 

Das Konzerthaus - la Casa da Concerto Vienna

https://www.konzerthaus.at/
https://www.konzerthaus.at/

Qui vediamo la Konzerthaus, il secondo istituto musicale più importante di Vienna con il modello del monumento  Ludwig von Beethoven al suo interno. Il modello originale del Memoriale di Beethoven (di Caspar Zumbusch) è stato installato nel’atrio nel 1927 durante la celebrazione del Centenario di Beethoven.

 

 

Il monumento stesso è qui accanto al Ginnasio Accademico.

 

 

Le sculture della facciata di Konzerthaus sono di Ernst Hegenbarth, il rilievo in omaggio all'imperatore sulla scala principale è di Edmund Hellmer.

 

La maggior parte dei viennesi erano musicisti per hobby e tenevano concerti privati sia per i loro amici sia per accompagnare riunioni, salotti culturali e banchetti, ma solo pochi di loro erano veramente bravi a fare musica e quindi amavano ascoltare i professionisti.

 

 

La popolazione di Vienna è raddoppiata e allo stesso tempo è cresciuto l'entusiasmo per i concerti professionali. Al fino dello 19° secolo non solo la media borghesia ma anche la piccola borghesia e la classe operaia hanno avuto accesso all'arte e alla cultura. Per questo motivo la scena dei concerti a Vienna si è sviluppata molto rapidamente.

 

 

La casa del Musikverein è quella famosa per i concerti tradizionale di capo anno e appartene in realtà a Gesellschaft der Musikfreunde, che significa la Società degli amici di musica. La sala del „Musikverein“ esisteva dal 1870, ma non poteva più soddisfare la domanda di concerti e rese necessaria la costruzione di una seconda grande sala da concerto.

Il monumento del Memoriale di Beethoven (di Caspar Zumbusch).
Il monumento del Memoriale di Beethoven (di Caspar Zumbusch) .

Il 1 gennaio 1909, quello che allora era il Conservatorio della stessa Gesellschaft der Musikfreunde fu presa dallo Stato come "Accademia per la musica e l’arte dello spettacolo". Quindi non ci serviva solo un nuovo edificio, ma due: Uno per la Wiener Konzerthaus (la casa da concerto) e uno per l’Academia imperiale musicale e teatrale. L'accademia sarebbe diventata proprietà dello stato cioè la Società della Sala da Concerto ha ricevuto due milioni di Kronen (corone come moneta) per la costruzione dell'intero edificio. La sala da concerto è stata aperta nel 1913 con „Festlichen Präludium für Orchester und Orgel" di Richard Strauss.

La sala da concerto fu costruita solo in un anno tra 1912 e 1913 secondo i progetti degli architetti del teatro Ferdinand Fellner e Hermann Helmer in uno stile impero modernizzato. L’ultima chiava di volta del edilizio fu posata il 19 ottobre 1913, cioè il giorno d’inaugurazione. Baumann, l'architetto dell'odierno palazzo del governo, era stato originariamente incaricato con il progetto della Casa da concerto (Konzerthaus), ma non sapeva quali esigenze avrebbe avuto una sala da concerto, quindi anche Fellner & Helmer furono incaricati. Helmer e Fellner erano già conosciuti come architetti teatrali ma anche dalla costruzione del albergo «Hotel Panhans» (Semmering). I due architetti hanno avuto un buon concetto per i progetti dei teatri o alberghi con diverse centinaia di persone dentro. 

Tuttavia, il progetto all'inizio era troppo costoso ed è stato rivisto. L'idea di Baumann che le sale da concerto dovessero essere al primo piano è stata l'unica mantenuta. Anche Helmer fu coinvolto solo marginalmente, cioè Fellner si occupò del progetto. Helmer e Fellner hanno descritto questo edificio come uno stile impero modernizzato.

Dopo il 1910 ci fu grande interesse per lo stile impero, che era una versione francese del classicismo che prevedeva la rinascita di forme antiche. Lo stile entrò in voga con Napoleone I (1800-1820) nell’architettura interna, per le arti applicate, lo stile dei mobili e della moda.

La Konzerthaus è dal 1971 un edificio storico protetto sotto la tutela dei monumenti nazionali  in stile Impero.

 

 

Una cosa interessante se non vuole dire strana è il dislivello stradale determinato del tracciamento di Ringstrasse, che è con circa 3,5 metri più alto di livello stradale di Am Heumarkt. Se lasciamo cadere una palla sul pavimento qui, rotolerà da un lato all'altro. Non se può vederlo perché il campo di terra ha una lunghezza di quasi un metro, la proprietà è più ampia piuttosto che stretta.

Un piccolo paragono tra queste due edifici sorelle:

Musikverein era ideata come una sala, la scala è stretta, ti siedi contro il muro, puoi sentire il riflesso del suono, quasi seduto in un'orchestra.

 

Musikverein è costruito come una lunga navata, nello stile della chiesa tradizionale dove c’è alla fine l'altare cioè l'organo, lo strumento specifico della chiesa.

Non si tratta di essere lì per molto tempo: in Musikverein si entra ed si esca e ha circa 1/3 di posti a sedere in meno rispetto alla Konzerthaus.

Konzerthaus era costruita 40 anni dopo il Musikverein come una chiesa non lunga ma certo più ampia con il organo più grosso nel mondo che invece non si vede e con molto spazio per bere un caffè, passeggiare e chiacchierare. Konzerthaus è progettato di architetti teatrale professionisti Hellmer e Fellner e anche di un'epoca diversa con un atteggiamento relativamente moderno verso il consumo culturale gioioso, che ripresenta una cultura in transito dalla donna nobile a una cultura borghese: Il piccolo borghese deve prima fare tutto bene, invece l'aristocratico non può mai sbagliare.

Musikverein e Konzerthaus Vienna
Musikverein e Konzerthaus Vienna

La maggior parte delle case da concerto hanno solo due sale. Konzerthaus ne ha tre con uno spazio di aria tra le sale per non mescolare l'acustica di una sala con quella dell'altra, che erano anche ristrutturati negli anni '70. I sistemi di ventilazione sono stati rinnovati, ma nulla è stato modificato negli elementi di base, solo la tecnologia è stata rinnovata. Il dispositivo del controllo dell'ascensore è del 1930 e funziona anche oggi molto bene. Sono stati ricostruiti solo la nuova sala e i servizi igienici nel mezzanino, che era però fin alla questa rinnovazione completamente inutilizzato. E una altra cosa molto interessante è che la sala dei pianoforti si trova appena sopra il livello dell'acqua di Wienfluss, cioè a circa 10 metri sotto la strada e ha anche un sistema idraulico situato parzialmente in acqua.

 

Konzerthaus ha anche un ingresso davvero rappresentativo, dove il flusso dei visitatori è ruotato di 90 °. I pilastri hanno una funzione statica, divergono un po‘ e sembrano riunirsi di nuovo, in modo che le persone si fermino automaticamente ed sono praticamente invitati a salire le scale. Ci sono un totale di 8 scale nell'intero dell’atrio. Se può entrare qui solo con un abbonamento e ogni singola persona del pubblico sa esattamente a quale scala deve andare. C'è anche un periodo da prenotare la poltrona preferita. La luce del giorno c’è anche nell'area pubblica dove si vedono le finestre e per questo anche nella zona d'ingresso è molto luminoso. Il proprietario della casa da concerto voleva che il pubblico fosse distribuito il più rapidamente possibile.

All ’interno si può trovare un po‘ di tutti gli stili: Ci sono colonne, specchi e nient'altro, così reali in oro bianco e rosso. Le poltrone sono state fornite da Thonet (1913), i tappeti da Backhausen. Qui era la prima illuminazione elettrica di emergenza a Vienna. Nella casa c'era anche un ristorante classico, un pub e un ristorante francese che esiste ancora oggi come anche un bar per la nuova sala. Il soffitto è stato sostituito durante la ristrutturazione. Sotto le sale c'è una zona libera riservata per le poltrone, che possono essere infilate sotto il pavimento, a seconda delle esigenze di spazio per i eventi. Un buon posto a sedere è molto importante in una sala da concerto e difficile da ottenere. Quei lì sono realizzati in legno, ben imbottiti e rapidamente smontati o invece montati. L'imbottitura è minima in modo che l'acustica non venga compromessa.

 

Konzerthaus, la sala da concerto è ancora uno dei luoghi più importanti per spettacoli di musica classica e contemporanea a Vienna. La sala da concerto è riservata al pubblico, che non solo si abbona ogni anno, ma che prenota anche i suoi posti preferiti in anticipo.

Tra le altre eventi culturali, anche i cosiddetti "concerti sinfonici dei lavoratori" hanno avuto luogo nella sala da concerto, rendendola uno dei luoghi di esibizione più importanti per un'ampia varietà di eventi dei socialdemocratici fino al 1934. Un importante direttore di questi concerti è stato Anton von Webern, uno dei tre grandi rappresentanti della "Seconda Scuola Viennese".

Fin dall'inizio, la Casa da Concerto ha ospitato varie istituzioni, un gran numero di associazioni musicali ed eventi come grandi congressi, balli e banchetti. Anche il "Piccolo teatro di Josefstadt" è ora ospitato nella sala da concerto.

 

Quasi 950 eventi per una sessione si svolgono qui, il che significa 3 volte più tempo necessario per le prove che significa sempre riorganizzare le sale. Una cosa in più:  Il freddo viene dal club di pattinaggio cioè questo in estate raffredda anche la sala da concerto e il teleriscaldamento è disponibile in inverno. C'è un riscaldatore storico con molti interruttori misteriosi, ma funziona molto bene.

© 2021 Nicoleta Schiel

Virtual Tours Vienna - la Casa da Concerto Vienna

15,00 €